Sicurezza cantiere stradale: la segnaletica può essere intesa anche come recinzione di cantiere?

Sicurezza cantiere stradale, la segnaletica ha funzione anche di recinzione se impedisce l’accesso ai non addetti. I chiarimenti nell’Interpello del Ministero

Il cantiere stradale è uno degli ambienti di lavoro più rischiosi, per il quale si rende necessaria in ogni momento l’osservanza di quanto previsto dalla legge.

In generale, il cantiere stradale è sottoposto alle indicazioni previste da:

  • il Testo unico sulla sicurezza sul lavoro (dlgs 81/2008)
  • il Codice della strada  (dm 10 luglio 2002)

Proprio in riferimento all’applicazione dell’art. 109 del dlgs 81/2008, recinzione di cantiere, la Regione Toscana ha avanzato una richiesta di chiarimento:

se la segnaletica e delimitazione di cantiere prevista dal Codice della strada possa essere intesa anche come recinzione di cantiere ai sensi dell’art. 109 del Testo unico

La segnaletica e delimitazione di cantiere previste dal Codice della Strada, ha chiarito il Ministero (Interpello 12/2016), hanno funzioni espressamente previste e diverse dalla recinzione.

La recinzione (art. 109 del dlgs 81/2008) deve impedire l’accesso alle zone corrispondenti al cantiere di non addetti ai lavori.

Sul cantiere devono, inoltre, essere presenti segnali ricordanti il divieto di accesso e di segnali di pericolo; pertanto la recinzione, spesso, oltre ad avere la funzione di impedimento all’accesso di estranei ha anche la funzione di misura di sicurezza per i lavoratori che operano all’interno del cantiere.

Laddove la segnaletica ha caratteristiche tali da impedire l’accesso agli estranei alle lavorazioni, la stessa può considerarsi idonea anche come recinzione.

Rispondi